la letteratura
in Grecia

ODYSSEUS ELYTIS

Premio Nobel per la letteratura 1979


Odysseus ElytisPseudonimo del poeta neoellenico Odysseus Alepudhelis, nato a Iraklion (Creta) il 2 novembre 1911, ha studiato legge all università di Atene ed abbandonato gli studi per dedicarsi alla poesia. Odysseas Elitis ha cominciato a scrivere poesie nel 1935 e non ha mai smesso fino alla sua morte. Nelle sue poesie appare un profondo senso della vita ed una intensità che viene manifestata attraverso una continua presentazione di vaghe immagini collegate tra di loro con una logica conseguenza. Era uno dei più importanti scrittori contemporanei in Europa uno dei maggiori rappresentanti del surrealismo in Grecia.

Aderendo al surrealismo, ha scritto poesie apprezzate per il vigore dello stile: Orientamenti (1940) e Sole, il primo (1943).

Dalla sua partecipazione agli avvenimenti della seconda guerra mondiale è nato un poemetto epico: Canto eroico e funebre per il sottotenente caduto in Albania (1945).

Nel 1979 ha ricevuto il premio Nobel per la letteratura con questa motivazione: "for his poetry, which, against the background of Greek tradition, depicts with sensuous strength and intellectual clear-sightedness modern man's struggle for freedom and creativeness".

Muore ad Atene nel marzo 1996.

___________________________
Bibliografia:
1937. Clessidre dell'ignoto
1940. Orientamenti
1943. Sole, il primo
1945. Canto eroico e funebre per il sottotenente caduto in Albania
1959. Dignum est
1960. Sei più un rimorso per il cielo
1974. Carte scoperte (saggi)
1979. Maria Nefeli

Libri di Odisseo Elytis