Gemellaggio Augusta - Mègara

indietro
indice rassegna stampa
avanti


CULTURA E TRADIZIONI

Augusta e Mègara (Grecia): si rinsalda il legame

“Molte città si inventano di tutto per gemellarsi, qui è la storia stessa a volerlo”

Un’altra tappa è stata aggiunta al progetto di gemellaggio tra Augusta e la città greca di Mègara. Una delegazione del 2° istituto di istruzione superiore di Augusta, guidata dalla dirigente Maria Catinella, si è recata in Grecia per conoscere la città madre che nel 728 a.C. ha fondato la colonia di Megara Hyblea, oggi nel territorio di Augusta.
L'incontro è stato promosso dall’ideatore del gemellaggio Dimitri Antoniou che, in rappresentanza di Augusta, ha consegnato il crest della città (nella foto) e ha letto il messaggio del sindaco Massimo Carrubba a proseguire i contatti tra i due comuni. Il sindaco di Mègara, Crisostomos Syrkos, ha accolto con entusiasmo gli insegnanti Rosaria Ilacqua, Gaetano Arena e Lucia Patania, oltre a venti studenti dell'istituto commerciale per il turismo nei saloni del consiglio comunale. Dopo lo scambio di doni ai ragazzi è stata illustrata, da parte della signora Susanna Toumpaniaris, la storia di Mègara attraverso i bellissimi dipinti presenti all'interno del salone. Il sindaco Syrkos, che si sente particolarmente vicino agli studenti in quanto professore anche lui, ha formalmente invitato la città siciliana in Grecia per ricambiare la visita del 2002. L'incontro si dovrebbe svolgere la prossima Pasqua ortodossa, festività molto sentita in Grecia, particolarmente a Mègara.
Ad Augusta - afferma il promotore del gemellaggio Dimitri Antoniou - il nome Mègara è comunissimo: la seconda arteria della città, la squadra di calcio, il liceo classico, parecchie attività commerciali e persino gli stessi abitanti sono chiamati megaresi. Questo gemellaggio è talmente scontato che mi meraviglia molto il fatto che in tanti anni nessuno ci aveva mai pensato. Molte città si inventano qualsiasi cosa per gemellarsi, qui è la storia stessa a volerlo”.