Stampa

Giornate Europee del Patrimonio: ad Ascoli Piceno il controtenore greco Angelis

Scritto da Redazione on . Postato in Culture

Una serata di altissimo livello che ha visto come protagonisti il controtenore italo/greco Nikos Angelis accompagnato al clavicembalo da Alessandro Buca con un avvincente programma dal titolo “Mousikè. Dal mondo antico al Settecento”.

 

Una ricerca che parte dai frammenti musicali dell’antica Grecia per giungere al Settecento, dimostrando come le strutture concettuali del mondo antico siano state riprese nella musica barocca. In repertorio, musiche di Händel, Porpora, Cavalli, Duphly, Monteverdi e due rarità: la ricostruzione dell’Epitaffio di Seikilos ( I sec.d.C.) e della I Pitica di Pindaro (470 a. C.).

Dalla musica barocca all’iconografia attica, fino alla lettura di dipinti settecenteschi: il pubblico ha avuto modo di apprezzare, oltre al concerto, gli interventi artistici ed archeologici strettamente connessi al programma musicale, curati da Nazzareno Menzietti, presidente dell’associazione “Medea” e regista dell’evento e da Sofia Cingolani, funzionario del museo e la visita guidata alla collezione del primo piano dell’Archeologico che ha introdotto l’evento.

“Mousikè”, nell’antica Grecia non indicava solo la pratica musicale, ma racchiudeva in sè tutte le arti, dalla danza alla poesia, così il concerto è stato introdotto da una raffinata recitazione di Consuelo Travaglini, che ha proposto una pagina del Prologo della Musica tratta dal libretto dell’Orfeo di Monteverdi.

L’evento è stato organizzato dall’associazione culturale “Medea” di San Benedetto del Tronto e dal Museo Archeologico Statale di Ascoli Piceno, con il patrocinio del MIBAC in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, in collaborazione con Radio Incredibile.

 

 

twitter@mondogreco

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+