Stampa

Così si rafforza il gemellaggio tra università di Usa e Grecia

Scritto da Giorgio Fthia on . Postato in Culture

“Apriamo gli orizzonti delle nostre Università”. E'l'auspicio con cui il ministro greco dell'istruzione, Niki Kerameos, ha preso parte ad una teleconferenza sulle sinergie tra le università greche e americane, azione inserita nel quadro del programma di cooperazione avviato a dicembre 2019 dalle istituzioni di Usa e Grecia.

 

“Le nostre Università hanno molto da guadagnare ma anche da offrire alla comunità accademica globale attraverso collaborazioni con Università straniere – ha osservato Kerameos - L'estroversione delle nostre Università è per noi una priorità e in questa direzione abbiamo già stabilito strumenti per la loro liberazione dai vincoli istituzionali e il rafforzamento delle loro potenzialità di sinergie internazionali. Siamo particolarmente lieti che l'International Academic Partnership Program con le università statunitensi abbia già iniziato a dare i suoi frutti, nonostante le condizioni avverse della pandemia, dando ai membri della nostra comunità accademica l'opportunità di collaborare con alcune delle migliori università del mondo, scambiando know-how e le migliori pratiche”.

 Nello specifico i gemellaggi tra campus riguarderanno l'International University of Greece e New York University; l'Athens University of Economics and Business e Indiana University; la Ionian University e University of Texas Health Science Center presso Houston Neurocognitive Disorders Center, McGovern Medical School; la Aristotle University e Stockton University; la National Technical University of Athens e Michigan State University.

 L'iniziativa segue l'annuncio dello scorso dicembre circa l'apertura in Grecia da parte della prestigiosa Columbia University di uno dei suoi Columbia Global Center, che già sono operativi in città come Parigi, Istanbul, Amman, Nairobi, Santiago, Rio, Mumbai, Pechino e Tunisi. I programmi della Columbia si distinguono perché permettono agli studenti di formarsi collegando l'ambito locale a quello globale, creando opportunità per la diffusione della conoscenza su vasta scala e con occhio internazionale. La decisione è stata preceduta dal viaggio che lo scorso inverno ha fatto in Usa il premier greco Kyriakos Mitsotakis.

I Columbia Global Centers hanno il ruolo di hub regionali per un'ampia gamma di attività intese a migliorare la ricerca nelle rispettive aree, stabilendo una rete di centri nelle capitali internazionali che riunisce imprese private regionali, funzionari pubblici, studiosi e studenti per affrontare in modo collaborativo le questioni globali.

 

twitter@mondogreco

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+