Stampa

Il messaggio di Mondogreco agli Armeni: «Viva la verità storica»

Scritto da Redazione on . Postato in Culture

Mondogreco al fianco degli Armeni. In occasione della conferenza promossa a Roma per il 9 aprile, MG intende offrire il proprio sostegno non solo all'evento promosso dalla Comunità armena di Roma, ma anche alla battaglia storica contro il negazionismo del genocicio operato nel 1915. "La verità storica non deve essere mai celata - osserva il direttore di Mg, Francesco De Palo - ignorare o peggio nascondere dolosamente fatti e misfatti fa male a chi li ha perpetrati e, ancor più, a chi li ha subiti. Ecco perché il cenacolo culturale che si riunisce attorno a Mondogreco formula le proprie felicitazioni per iniziative simili, invitando anche i media ad un ruolo più professionale e che non censuri i gravi episodi che hanno avuto come inerme protagonista il popolo armeno".
 
L'occasione è l'evento promosso dal «Consiglio per la Comunità armena di Roma» per il  9 aprile presso la sala della Protomoteca del Campidoglio, nell’ambito delle manifestazioni in programma per ricordare il centenario del Metz Yeghern (“il Grande Male, il genocidio armeno). Si tratta di un convegno di carattere prevalentemente giuridico e sociologico al quale prenderanno parte illustri esponenti del mondo accademico e del diritto. L’evento è organizzato con il patrocinio dell’ambasciata della Repubblica di Armenia in Italia.
 
Scopo della conferenza è quello di focalizzare il tema dello sterminio di massa, decontestualizzato dal fatto storico fine a se stesso e inserito in un percorso di valorizzazione della Memoria storica e giuridica che richiami le tragedie del Novecento e le utilizzi come strumento di riflessione e comparazione. Nell’ambito dei lavori verrà anche svolte riflessioni sui concetti di “negazionismo” e “riparazione” come corollari al tema principale e con particolare riferimento alla tragedia del 1915.
 
Ai lavori parteciperanno i sociologi Maria Immacolata Macioti e Agopik Manoukian, il giurista  Carmelo Domenico Leotta, la filosofa nonché membro del comitato scientifico per il museo della Shoah Donatella Di Cesare, il giornalista Piero Marrazzo, il giurista e presidente della sezione italiana di Amnesty International Antonio Marchesi, l’arch. Karekin Cricorian responsabile cultura del Consiglio per la comunità armena di Roma.
 

 

 

 

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+