Stampa

Il debutto di Alcesti di Euripide al Teatro Greco di Siracusa

Scritto da Dimitri Antoniou on . Postato in Culture

Un tripudio per l’opera diretta da Cesare Lievi

Nigrelli, Ranzi, Mirea, Bramante. Foto CarneraHa commosso e conquistato 3.500 persone, al Teatro Greco di Siracusa, Alcesti di Euripide. Nella seconda giornata del cinquantaduesimo ciclo di spettacoli classici, la rappresentazione diretta da Cesare Lievi ha convinto strappando a più riprese gli applausi del pubblico che ha gremito la cavea del teatro.

Il primo passo, anche stavolta, è stato quello di bambini e ragazzi delle sezioni Junior e Primavera dell’Accademia d’arte del dramma antico. Gli allievi hanno letto un brano di Jean Pierre Vernant e cantato, subito dopo, l’Inno alla gioia, diretti da Mariuccia Cirinnà.

Il coro maschile dell'Alcesti. Foto CarneraPochi minuti dopo un lungo corteo funebre guidato da quattordici musicisti ha dato il via alla tragedia di Euripide che viene messe in scena al Teatro Greco di Siracusa per la seconda volta dopo l’allestimento del 1992. A tradurre il testo è stata Maria Pia Pattoni mentre scene e costumi sono di Luigi Perego, le musiche di Marcello Panni, la direzione del coro di Salvatore Sampieri.

Sul palco Galatea Ranzi (Alcesti), Danilo Nigrelli (Admeto), Stefano Santospago (Eracle), Massimo Nicolini (Apollo), Pietro Montandon (Tanàto), Paolo Graziosi (Feréte), Ludovica Modugno (un’ancella), Sergio Mancinelli (il servo), Mauro Marino e Sergio Basile (corifei), Nicasio Ruggero Catanese, Alessandro Aiello, Massimo Tuccitto, Lorenzo Falletti e Carlo Vitiello (coro uomini), i piccoli Tancredi Di Marco (Eumelo) e Mirea Bramante (figlia di Alcesti). In scena anche tutti i ragazzi dell’Accademia d’arte del dramma antico, sezione “Giusto Monaco” con il regista Cesare Lievi che si è detto “entusiasta e molto colpito dalla preparazione” degli allievi della scuola di teatro della Fondazione Inda. A completare il cast anche i ragazzi della sezione musicale del liceo musicale Corbino-Gargallo.

La stagione 2016 della Fondazione Inda prosegue con il Festival internazionale del teatro classico dei giovani a Palazzolo Acreide, nella splendida cornice del Teatro Greco di Akrai. Davanti alla scenografia pensata dall’artista Tony Fanciullo, la prima giornata prevede gli studenti del gruppo “Theatron” dell’Università “La Sapienza” di Roma con “Le Troiane” di Euripide e gli allievi dell’”Aidas” di Versailles con “Gli uccelli” di Aristofane. Nel pomeriggio sono invece previste le esibizioni del liceo scientifico “Nicolò Rodolico” di Firenze con “Lisistrata” di Aristofane e, di seguito, i ragazzi dell’istituto d’istruzione superiore di Palazzolo Acreide con “Le Troiane” di Euripide.

@dimanblu

 

Massimo Nicolini e Pietro Montandon. Foto Carnera

 

 Stefano Santospago è Eracle. Foto Carnera

 

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+