Stampa

Grecia, crolla anche il consumo di feta: la crisi è sempre più a tavola

Scritto da Leone Protomastro on . Postato in Crisis

Per i greci il formaggio feta è un must: come la pasta per gli italiani, le salsicce per i tedeschi, le uova strapazzate per gli inglesi. Insomma, un alimento non solo basilare ma quotidiano che non manca mai da ogni tavola che si rispetti. Leggere i dati diffusi dai maggiori produttori di feta nel paese significa certificare come la crisi abbia colpito il primo alimento di maggior consumo. Il crollo nelle vendite è un fatto.

Stampa

Tutte le perplessità dei medici greci sulla riforma della sanità pubblica

Scritto da Leone Protomastro on . Postato in Crisis

Medici sul piede di guerra in Grecia per via della nuova riforma proposta dal Ministero della Salute. Il governo vorrebbe introdurre il limite di 12 ore di lavoro continuativo per ogni medico, dato che cozza con la tragica assenza di personale: al momento manca circa il 50% del personale, medico e paramedico, nelle strutture di tutto il Paese.

Stampa

Crisi greca, tutti (da Berlino) tifano per coinvolgere il Fmi. Ma i numeri?

Scritto da Raffaele de Pace on . Postato in Crisis

Nonostante le nuove misure di austerità la Grecia deve continuare ad attendere per un nuovo prestito. Lo scrive la Frankfurther Allgemeine Zeitung, secondo cui i ministri delle finanze dei paesi dell'euro potrebbero concordare ulteriori impegni di aiuto, come riportato dagli ultimi negoziati ma di contro Atene deve restituire per intero la tranche che avrà: circa 7 miliardi di euro.

Stampa

Atene in piazza contro la nuova austerità, quel macabro gioco dell’oca nel risiko greco

Scritto da Francesco De Palo on . Postato in Crisis

Da Il Fatto Quotidiano del 17/5/2017

Si prestano ad Atene altri 7 miliardi, ma poi Atene ne deve 7,4 ai creditori. Un macabro gioco dell’oca (ma non si può chiamarli strozzini, però) con al centro quel minuscolo granello di sabbiache ha, più volte, rischiato di far inceppare la grande macchina dell’euro e dell’Unione europea.

Stampa

Green economy e centrali elettriche: cosa faranno i greci di Copelouzos e i cinesi di Shenhua

Scritto da Leone Protomastro on . Postato in Crisis

L'occasione è il meeting di PechinoBelt and Road for International Cooperation”, in cui il padrone di casa, Xi Jinping, ha annunciato ufficialmente la nascita della Via della Seta, l’ambizioso piano per la costruzione di infrastrutture lungo le rotte commerciali tra l’Asia, l’Europa e l’Africa. Xi ha offerto un sostegno alla Grecia di Tsipras.

Articoli simili

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+