Stampa

Pessimismo Bloomberg: difficile che la Grecia rientri nel piano QE della Bce

Scritto da Paolo Falliro on . Postato in Crisis

Ancora fuori. La Grecia difficilmente rientrerà nel Quantitative Easing promosso dalla Bce. Lo scrive Bloomberg a pochi giorni dall'Eurogruppo che dovrebbe decidere sul caso greco dopo le titubanze (elettorali) di trenta giorni fa. I creditori europei non sono disposti a offrire condizioni molto più favorevoli di rimborso del prestito di salvataggio per migliorare le prospettive del debito del paese, spiega la fonte citata dall'agenzia.

 

 

L'Eurogruppo prevede di completare la revisione del programma di salvataggio propedeutica all'assegno da 7,4 miliardi di euro che dovrebbe essere staccato verso Atene, ma che Atene restituirà in toto a luglio come da accordi contenuti nel memorandum, ovvero il rimborso delle obbligazioni.

Un accordo tra i ministri, probabilmente, permetterà al Fondo monetario internazionale - la cui partecipazione al programma di salvataggio è un prerequisito - di impegnarsi in linea di principio ad un prestito condizionale, ha continuato la fonte anonima di Bloomberg, ma la formulazione di impegni per la riduzione del debito probabilmente non convincono ancora il Consiglio direttivo della Bce ad acquistare titoli greci.

Il tutto mentre il governo di Tsipras si basa proprio sul QE per aiutare il ritorno della Grecia sui mercati. Il programma lanciato da Mario Draghi continuerà almeno fino al dicembre 2017, anche se gli analisti prevedono un graduale stop durante il 2018. Questo significa, secondo Bloomberg, che c'è poco tempo a disposizione per aggiungere i titoli greci. Di qui il pessimismo velato.

 

twitter@mondogreco

Comments:

Articoli simili

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+