Stampa

Il ritorno della Grecia sui mercati? Controproducente. Firmato FMI

Scritto da Paolo Falliro on . Postato in Crisis

Una bomba sganciata proprio lì dove di polvere da sparo ce n'è davvero tanta. Il Fondo Monetario Internazionale valuta come “controproducente” il ritorno della Grecia sui mercati in considerazione del fatto che non è quello il banco di prova per testare la guarigione di Atene, bensì i dati relativi al pil e al surplus. Lo scrive oggi il quotidiano Kathimerinì.

 

 L'ente guidato da Christine Lagarde fa trapelare molta cautela sui risultati relativi all'emissione di bond da parte del governo di Atene dopo tre anni di assenza dai mercati, e valuta che tale decisione invece potrebbe complicare la sostenibilità della situazione debitoria complessiva.

Inoltre il Fmi crede che per Atene sia maggiormente significativo lavorare per ottenere la riduzione del surplus primario per l’1,5% del Pil dopo il 2022.

Tra l'altro proprio il Fmi sarà protagonista, dopo la pausa estiva, della terza revisione che darà lo specchio effettivo circa i progressi attuati dal governo Tsipras. Ma è proprio l'ente americano a rappresentare fonte di preoccupazione per il Maximos e la maggioranza Syriza-Anel, perché più volte ha condizionato la sua presenza nel triumvirato della troika alla ridefinizione del debito greco, il vero grande scoglio che non consente al paese una programmazione credibile.

In sostanza a Washington non basta la mossa sui mercati, ma punta a toccare con mano le riforme nella vita quotidiana della Grecia partendo ad esempio dall'apertura domenicale degli esercizi commerciali e dalla sburocratizzazione delle procedure per attrarre più investimenti.

 

twitter@mondogreco

 

 

Comments:

Articoli simili

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+