Stampa

Tutti i mal di pancia degli agricoltori in sciopero contro Tsipras

Scritto da Redazione on . Postato in Crisis

Il governo è costantemente impegnato contro di noi. Così gli agricoltori ellenici si preparano ad un nuovo blocco stradale in tutto il Paese per protestare contro le misure dell'esecutivo Tsipras che, a loro dire, taglia i servizi e aumenta le tasse.

 

Una grande manifestazione nazionale è prevista in occasione dell'evento Agrotica a Salonicco il 3 febbraio, con il presidente della Federazione Unita delle associazioni agricole di Karditsa, Vangelis Bhutan, che assicura come i blocchi ci saranno fino alla fine di gennaio, perché "non c'è altra via per uscire dalla lotta con gli altri strati della società".

 

"Il nostro obiettivo principale è quello di mettere in evidenza i problemi dei contadini," ha detto il presidente delle Associazioni agricoledi Larissa, Rizos Maroudas, e ha aggiunto che "gli agricoltori non restereranno con le mani incrociate".

Le principali richieste degli agricoltori riguardano il risarcimento dei prodotti agricoli sacrificati dopo l'embargo in Russia; l'abolizione della tassa sul vino; l'eliminazione della cosiddetta tassa sul tsipouro (la grappa greca); la rimozione dell'imposizione progressiva sul reddito extra per i grandi agricoltori e gli imprenditori al 45%; la rimozione della legge anti-assicurazioni; la riduzione dell'età pensionabile a 60 anni; l'eliminazione di tutte le restrizioni dirette e indirette sulla produzione agricola e zootecnica imposte dalla nuova PAC UE 2014-2020; la cancellazione degli interessi del 30% per prestiti alle imprese fino a 200.000 euro per gli agricoltori poveri.

 

twitter@mondogreco

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+