Stampa

Gli Usa scommettono sulla Grecia: ecco perché

Scritto da Paolo Falliro on . Postato in Crisis

Un nuovo asse economico, politico e soprattutto geopolitico è ufficialmente nato tra Washigton e Atene poggiato sul dossier energetico. La Grecia e soprattutto nord della Grecia sono un importante crocevia di energia per l'Europa e per la regione del Mediterraneo.

Lo ha detto oggi a Salonicco l'ambasciatore americano ad Atene, Jeoffrey Pyatt, intevenendo al Forum Southeast Europe Energy, promosso dalla Camera di commercio elleno-americana, in collaborazione con la Fondazione per le scienze energetiche della Grecia (UAEE) e il Consiglio Atlantico.

Secondo il diplomatico la Grecia settentrionale ha assunto ormai un ruolo primario. Nel corso della sua visita ad Atene, due mesi fa, il ministro americano delle risorse energetiche, Frank Fanon ha osservato che la Grecia è un partner energetico cruciale oltre che campione della sicurezza energetica europea, “contribuendo a raggiungere il nostro obiettivo comune di approfondire la sicurezza energetica diversificando le rotte e le fonti”.

L'ambasciatore statunitense ha anche sottolineato che il ruolo della Grecia settentrionale è particolarmente evidente quando si guarda al progetto del corridoio meridionale del gas: "Questa iniziativa, uno delle più complesse del suo genere, rientra nello sforzo di individuare fonti alternative di approvvigionamento di gas verso l'Europa e la Grecia, attraverso il sostegno al Tap, svolge un ruolo cruciale nel raggiungimento di questo obiettivo”.

Si tratta, ha aggiunto, di iniziative che aumentano la capacità di recupero dell'energia da parte della Grecia, rafforzano i mercati regionali e creano nuove opportunità commerciali. “Aiutano anche a raggiungere l'obiettivo comune di aumentare le esportazioni di gas liquefatti negli Stati Uniti in Europa, come dimostrato dal recente incontro tra Trump e Juncker”.

 

E ha concluso: "La recente privatizzazione di Desfa e la vendita imminente di una quota di maggioranza di Hellenic Petroleum, offrono la possibilità di nuovi capitali e nuova innovazione nel settore energetico in Grecia, in un momento in cui il paese torna a crescere ed essere in grado di beneficiare del mercato dell'energia. C'è la possibilità di espandere la cooperazione regionale nella Grecia, sia attraverso colloqui tripartiti con Cipro e Israele, sia attraverso un maggiore impegno con i loro vicini dei Balcani".

 

 

twitter@mondogreco

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+