Stampa

Grecia, non basta la performance delle nuove obbligazioni. Cosa rischia adesso?

Scritto da Raffaele de Pace on . Postato in Crisis

Grecia fuori dalla crisi e di nuovo affacciata sui mercati? Sì. Ma ecco perché le banche suonano l'allarme (anche sui crediti deteriorati).

 

 

Lo sostiene un report di Dz Bank, secondo cui i rischi che circondano la Grecia restano intatti e coinvolgeranno verosimilmente anche il fronte elettorale, con un clima che è destinato a peggiorare.

 

Infatti il nuovo rendimento dei titoli a 5 anni è stato di 3,60%: un valore vicino a quello di sette anni fa. Eagion per cui la domanda è stata alta, con un portafoglio di ordini che ha superato i 10 miliardi.

 

Tuttavia, nonostante il successo dell'emissione obbligazionaria a 5 anni, DZ Bank ritiene improbabile che l'attuale buona performance delle obbligazioni greche continui. Il motivo? In vista delle elezioni europee e parlamentari il governo Syriza sta iniziando a rallentare il ritmo delle riforme e a fare concessioni pre-elettorali. Il salario minimo aumentato a 650 euro al mese è uno degli esempi più calzanti. E l'opposizione di Nea Dimokratia vota nei sondaggi al 29% (contro il 18 di Syriza).

 

twitter@mondogreco

 

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+