Stampa

Tutti i numeri positivi delle finanze di Atene

Scritto da Paolo Falliro on . Postato in Crisis

Il decennale ellenico offre un rendimento del 3,65% contro il 2,79% italiano. Si tratta del primo macro segnale di come le finanze di Atene mostrino segni incoraggianti, dopo la tremenda cura dell'austerità imposta dalla troika e dai creditori internazionali. 

 

Inoltre lo scorso venerdì l'agenzia Moody's ha provveduto ad alzare il rating ellenico da B3 a B1: il motivo si ritrova all'interno di quel pacchetto di riforme che il governo Tsipras ha attuato (non senza conseguenze sociali) in una serie di ambiti come il welfare, la pubblica amministrazione e la sanità.

Il risultato di questa strategia si ritrova nella possibilità che la Grecia entro la fine del mese di marzo possa lanciare un bond decennale. Sarebbe il primo da nove anni a questa parte, condito da un obiettivo ambizioso: raccogliere 3 miliardi di euro.

Le misure attuate dal governo, su stimolo di Bruxelles, se da un lato hanno rafforzato i conti pubblici e sanato almeno in parte il buco nero del 2012, dall'altro hanno lasciato una serie di conseguenze oggettive. Il riferimento è alla contrazione dei consumi, al progressivo impoverimento del ceto medio e di quello basso, alle diseguaglianze sociali che non cessano.

 

twitter@mondogreco

Comments: