Stampa

Grecia e 120 rate: ecco i vantaggi della nuova norma

Scritto da Raffaele de Pace on . Postato in Crisis

Il tema delle 120 dosi è al centro delle azioni del governo Mitsotakis. L'importo minimo della rata è ridotto da 30 a 20 euro. La riduzione aumenta il numero di rate con cui ogni contribuente può saldare il proprio debito.

 

In questo modo si offre la possibilità ai micro-debitori di saldare i propri debiti in più rate. Ad esempio, un contribuente con un reddito di 30.000 euro e un debito di 6.000 con la nuova norma potrà saldare il debito in 120 tranches da 50 euro al mese, anziché 51 rate da 116,67 euro al mese.

Così il governo riduce il tasso di interesse al 3% (dal 5) e abolisce i criteri di reddito, con l'obiettivo di ottenere il maggior numero possibile di cittadini in grado di pagare i propri pregressi. Nel progetto che viene presentato oggi alla Camera anche la possibilità di "premiare" i debitori coerenti con il ritorno di parte degli interessi.

Con la riduzione viene al contempo ridotto l'importo totale che il mutuatario dovrà pagare fino al completamento della transazione e al rimborso totale. Si prevede inoltre di introdurre una nuova liquidazione dei debiti presso l' ufficio delle imposte in varie rate al fine di facilitare coloro che hanno difficoltà a rimborsare i propri debiti allo Stato.

Il nuovo piano prevede la separazione dei debiti dei contribuenti in ordinari (imposta sul reddito e ENFIA) e straordinari (imposta sulle successioni). I primi saranno soggetti a una condizione pari al doppio del numero di rate (24 rate mensili su 12). I secondi possono aggiungere fino a 36 rate.

  

twitter@mondogreco

Comments: