Stampa

Pireo non conosce crisi: i containers battono il Covid

Scritto da Paolo Falliro on . Postato in Crisis

C'è un pezzetto di Grecia a cui l'emergenza pandemia non ha tolto un euro: è l'hub containers del Pireo, gestito da Cosco Cina, con numeri impressionanti.

 

Nel primo trimestre del 2020 la produzione è salita leggermente a 1,336 milioni di TEU, rispetto ai 1.334 milioni di unità di dodici mesi prima. La stabilità affiora anche dai dati di aprile e maggio con un fatturato che non ha perso nulla.

La marcia di avvicinamento di Cosco continua, dunque, con l'obiettivo dichiarato di diventare in un triennio il primo porto del Mediterraneo. Al momento ha già superato Valencia e nel 2019 ha fatto segnare la sua migliore performance da quando è stato acquisito dai cinesi, ovvero nel 2016, quando Cosco ha acquistato il 51 percento della compagnia portuale PPA dallo stato ellenico per 368,5 milioni di euro. Il contratto prevede che i cinesi acquisiscano un ulteriore 16 percento delle azioni nel 2021.

 

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+