Stampa

Così la Grecia spenderà i denari post Covid dell' Ue

Scritto da Raffaele de Pace on . Postato in Crisis

La Grecia dovrebbe ricevere dall'Ue molti denari dal recovery. Secondo il piano del governo i 32 miliardi di euro saranno assegnati su quattro grandi assi: ecco come verranno spesi.

 

Green economy, infrastrutture, digitalizzazione della pubblica amministrazione e formazione. Il piano, che mirerà alla riprogettazione generale dell'economia greca, non includerà l'immediata riduzione delle tasse, ma indirettamente porterà allo stesso risultato.

Secondo il premier Kyriakos Mitsotakis la priorità immediata in questo momento è ridurre i contributi dei datori di lavoro. “Penso che questo sia un piano che saremo in grado di annunciare presto, con il passare dell'estate, ma penso che sia la priorità immediata oggi, perché il carico di lavoro è molto elevato. È molto oneroso per molte aziende”.

Parallelamente il governo interverrà con nuove misure di sostegno per complessivi 8 miliardi di euro. Si noti che la Grecia prevede oltre 1,4 miliardi di euro dal programma SURE, che riguarda il rafforzamento dell'occupazione a breve termine. Inoltre, circa 3 miliardi di euro dal fondo di garanzia paneuropeo della Banca europea per gli investimenti per il sostegno alle imprese, nonché 4 miliardi di euro come possibilità di finanziamento a condizioni favorevoli, senza dipendenza, dal meccanismo europeo di stabilità.

Un mini bazooka che, nelle intenzioni, dovrebbe servire ad evitare le conseguenze del lockdown post Covid19 che nelle previsioni sarà molto pesante per le finanze del paese.

 

twitter@mondogreco

 

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+