Stampa

Tutti gli interessi sul porto greco di Alexandrupolis

Scritto da Paolo Falliro on . Postato in Crisis

Gas, infrastrutture e geopolitica, è derby a tre fra Cina, Russia e Usa per il porto greco di Alexandrupolis: la visita improvvisa del ministro degli Esteri russo Lavrov dopo 4 anni non è casuale. 

 

Non paghi di aver conquistato il Pireo con Cosco, i cinesi puntano sul porto di Alexandrupolis già cooptato dagli Usa in una sorta di nuova guerra fredda (di posizioni e di geopolitica) che sta portando allo scontro sotterraneo fra Trump e Xi.

La Grecia come nuovo terreno di scontro, anche perché Atene ha già detto no al 5G di Huawei. Da Alexandrupolis infatti transitano i gasdotti Tap e Tanap e il porto verrebbe usato dagli Usa per scaricare truppe (anche Nato) in direzione Balcani.

Ma Pechino prova a forzare: e anche l'Autorità portuale di Salonicco, controllata dall'oligarca ellino-russo Ivan Savvidis, ha espresso interesse per il porto. Mosca non ci sta a lasciare alla concorrenza il nuovo hub (militare ed energetico) proprio ora che occorre un occhio che vigili anche su Erdogan.

twitter@mondogreco

 

 

 

 

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+