Stampa

Hellenic Gold e governo: una firma da 1,7 miliardi

Scritto da Paolo Falliro on . Postato in Crisis

La firma del contratto di investimento rivisto tra la società "Hellenic Gold" e il governo greco vale 1,7 miliardi di euro. Si tratta di un progetto per lo sviluppo delle miniere di Kassandra nella Calcidica nord-orientale che durerà 23 anni. Pollice in su è stato espresso dalle ambasciate in Grecia di Canada e Stati Uniti, con un annuncio congiunto di Mark Allen e Jeffrey Payat.

 

Potranno essere creati 5.000 posti di lavoro diretti e indiretti nella Grecia settentrionale e ci saranno anche maggiori entrate per l'economia greca. Al contempo Eldorado Gold si impegna ad un significativo programma di sviluppo sociale da 70 milioni di euro nelle comunità locali durante la durata dell'investimento.

 La cerimonia della firma si è svolta oggi con la partecipazione dei ministri delle finanze Christos Staikouras, dell'Ambiente e dello sviluppo Costas Skrekas, del CEO di Eldorado Gold Group George Burns, del vicepresidente e direttore generale del gruppo Christos Balaskas e degli ambasciatori statunitensi e canadesi.

 Si chiude così anche la vicenda che vedeva contrapposti la società "Ellinikos Chrysos" e lo Stato greco a causa del ritardo pluriennale nel rilascio delle licenze da parte dei governi precedenti. Inoltre Atene ottiene anche una serie di risultati a corredo: entrate fisse di 2 miliardi di euro per le casse dello Stato nei prossimi 25 anni; l'aumento del 10% delle commissioni minerarie e l'estensione della loro applicazione all'intero settore dei metalli estratti; ulteriori ricavi per oltre 200 milioni di euro da diritti minerari; un incentivo al mercato grazie a 3,5 miliardi di euro da convogliare verso forniture e servizi di aziende e professionisti greci; lo stimolo all'attività edilizia nella zona che porterà ulteriori 900 posti di lavoro.

twitter@mondogreco

 

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+