Stampa

I siriani alle Termopili: il documentario di Francesco De Palo nell'hotspot greco

Scritto da Redazione on . Postato in Kosmos

Ieri Spartiati e Persiani. Oggi Siriani e disperati. Nella piana delle Termopili, nella Grecia centrale, nel comune di Lamia, nel luogo dove Leonida e i 300 si scontrarono con Serse, ci sono due hotspot che ospitano circa 500 siriani. Sono fuggiti dalla guerra e in questo documentario a cura del giornalista barese Francesco De Palo si raccontano le loro storie, fatte di sogni e speranze, tragedie familiari e timori del fondamentalismo islamico.

 

(CLICCARE QUI PER IL DOCUMENTARIO) 

 

The Syrians at Thermopiles: the documentary by Francesco De Palo
Yesterday Spartians and Persians. Today Sirians and desperate. In the plain of the Thermopiles in central Greece, in the municipality of Lamia, where Leonida and the 300 clashed with Serse, there are two hotspots hosting about 500 Syrians. They fled the war and in this documentary by Francesco De Palo they tell their stories, made of dreams and hopes, family tragedies and fears of Islamic fundamentalism.

 

C'è un laureato in medicina che aspirava a raggiungere suo zio chirurgo a Parma, un professore di storia al ginnasio che per non essere radicalizzato forzosamente dall'Isis ha deciso di fuggire e una coppia che gestiva un supermarket e ha preso un gommone da Smirne a Samos assieme ad altre 40 persone. Tutta gente che mai sarebbe fuggita dalla Siria, perché aveva una vita dignitosa.

 

Ma nella Grecia dei 4 memorandum, di hotspot e migranti non si parla più, mentre sono in queste condizioni. I vestiti in deposito sono solo invernali, di lana e sintetici e ora di estivi non ce ne sono. Al di là delle cucine /containers nuovissime e costosissime che sono appena arrivate, il resto è in pessimo stato.

Il 1 maggio sono rimasti senza cibo: un addetto, visto che la fornitura dalla caserma che si occupa del vitto non arrivava, è andato a comprare spaghetti e salsa alle 7 di sera, perché le proteste stavano prendendo una brutta piega.

Di solito i grandi occhi delle tv vanno a girare nelle isole di Lesbos o Chios perché sono i siti più gettonati, ma degli hotspot nell'entroterra non se ne occupa nessuno. Tra l'altro a 50 km da Lamia si stanno allestendo i primi condomini dove le case possono essere affittate da famiglie siriane, a cui l'Ue dà 600 euro al mese per fitto e spese.

 

Cosa manca? Controlli di sicurezza per evitare rischi di induzione alla prostituzione e contrabbando, una strategia che non faccia della Grecia il lazzaretto d'Europa e una soluzione al folle accordo con la Turchia che, di fatto, ricatta ancora il vecchio continente sulla pelle di vite innocenti.

 

(CLICCA QUI PER IL DOCUMENTARIO)

 

 

Οι Σύριοι στις Θερμοπύλες: Το ντοκιμαντέρ του Francesco De Palo
Χθες Σπαρτιάτες και τους Πέρσες. Σήμερα Σύριοι και απελπισμένος. Στην πεδιάδα των Θερμοπυλών στην κεντρική Ελλάδα, στο δήμο Λαμίας, στον τόπο όπου Λεωνίδας και 300 συγκρούστηκαν με τον Ξέρξη, υπάρχουν δύο hotspots που φιλοξενούν περίπου 500 Συρίας. Αυτοί έφυγαν από τον πόλεμο και σε αυτό το ντοκιμαντέρ από τον Francesco De Palo θα πουν τις ιστορίες τους, από τα όνειρα και τις ελπίδες, οικογενειακές τραγωδίες και τους φόβους του ισλαμικού φονταμενταλισμού.

 

twitter@mondogreco

Comments:

Articoli simili

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+