Stampa

Grecia, il nuovo focolaio di morbillo che spopola tra i rom (e fa anche un morto)

Scritto da Giorgio Fthia on . Postato in Kosmos

Non dà tregua il focolaio di morbillo diffuso tra le comunità rom in Grecia. Nell'87% dei casi i bimbi colpiti non erano stati vaccinati. Sino allo scorso 29 ottobre il numero complessivo dei casi, secondo un rapporto epidemiologico condotto dal Centro di controllo per le malattie infettive (KEELPNO), ammontava a 368, con anche un decesso. Si tratta di un bimbo rom aggravatosi per una conseguente setticemia.

 

Gli esperti del KEELPNO attirano l'attenzione degli operatori sanitari e della popolazione in generale per il diffondersi di questi casi di morbillo, sottolineando che non si può escludere l'espansione in altre aree geografiche del paese. Come dimostrato dalla relazione epidemiologica, la maggior parte dei casi di morbillo concerne greci e Rom.

Infatti il 72% dei casi totali sono di greci-rom mentre il 19% di soli greci. Gli altri concernenti lavoratori stranieri stagionali. Ben 298 casi sono bambini di età compresa fra 0 e14 anni, con il maggior numero di casi (128) che appartengono alla fascia di età 1-4 anni. Dei 368 casi di morbillo segnalati, ben 320 casi (l'87%) non erano vaccinati, mentre il 7% aveva fatto una vaccinazione contro il morbillo incompleta.

Dei 368 casi, 43 casi (12%) hanno subito complicazioni come encefalite, polmonite, cheratite, bronchite, otite e disturbi epatici.

 

twitter@mondogreco

Comments:

Articoli simili

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+