Stampa

Caso Eni-Turchia, la vacatio di Bruxelles e l'impasse nel Mediterraneo: De Palo su Radio In Blu

Scritto da Redazione on . Postato in Kosmos

Dov'è finita lady Pesc e soprattutto l'autorevolezza dell'Europa nel far rispettare leggi e trattati internazionali? Se lo è chiesto Francesco De Palo, direttore di Mondogreco e coordinatore del Ctim Grecia intervistato su Radio In Blu nella trasmissione “Piazza In Blu” condotta da Chiara Placenti.

 

Secondo De Palo la reazione europea è stata “tardiva e di poco peso specifico, considerando che Erdogan bloccando la nave italiana Saipem ha mostrato disprezzo per leggi e trattati internazionali, come quello di Montego Bay”.

Si tratta di “una straordinaria anonalia che, un giorno o l'altro, sarebbe detonata in tutta la sua folle deriva – aggiunge – perché la Turchia ha goduto di un bonus ingiustificato per aver fatto negli anni passati da cane da guardia ai Dardanelli, ma quando c'era la Russia della Cortina di Ferro”.

 

E si chiede “perché Roma non abbia convocato il Consiglio Supremo di Difesa”. Ma è la geopolitica, a questo punto, a recitare un ruolo significativo alla voce energia. “Vanno valutate con attenzione tutte le carte sul tavolo: il caso Regeni, il giacimento Zohr, il possibile ruolo dell'Eni nello scacchiere del Mediterraneo orientale, le pretese assurde di Ankara su Cipro, l'assenza di leader che diano del tu alle grandi cancellerie europee”.

 

E conclude: “Oggi vedere Erdogan ricevuto con tutti gli onori dal governo italiano e 48 ore dopo dare uno schiaffo simile all'Italia fa male, perché dimostra l'inconsistenza della nostra politica estera, basata non più su solidi rapporti personali e proficue interazioni, come accadeva nella Prima Repubblica,ma solo su strategie monche di visione e programmazione, mentre una eccellenza come l'Eni (che si attende una produzione di idrocarburi in crescita al 3% per effetto del ramp-up degli avvii 2017, in particolare in Egitto, Angola e Indonesia) che mezzo mondo ci indivia, avrebbe bisogno di più sostegno e copertura politica, non di silenzi".

 

twitter@mondogreco 

 

 

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+