Stampa

Mitsotakis: “Erdogan usa i migranti per il suo piano in Siria”.

Scritto da Raffaele de Pace on . Postato in Kosmos

Le parole del premier greco Kyriakos Mitsotakis, in occasione della conferenza stampa congiunta con i presidenti delle istituzioni dell'Ue, che oggi hanno visitato la frontiera greco-turca dove si sta verificando la crisi migratoria con la Turchia.

 

 

"Non è più un problema di profughi, è un chiaro tentativo da parte della Turchia, di usare disperati, per promuovere la sua agenda geopolitica e per distogliere l'attenzione dall'orribile situazione in Siria”. Parte da questa tesi Mitsotakis, per spiegare analiticamente la postura di Erdogan contro Ue e Siria, usando i migranti come una clava umana per i suoi obiettivi a Idlib.

E osserva: “Quanto accaduto qui nei giorni scorsi è dolorosamente ovvio a tutti. La Turchia in piena violazione dell'accordo con l'Ue ha incoraggiato e assistito in modo sistematico decine di migliaia di migranti e profughi ad entrare in Grecia. Ha fallito, e continuerà a fallire se dovesse continuare a perseguire questa strategia. Le decine di migliaia di persone che hanno cercato di entrare in Grecia nei giorni scorsi non venivano da Idlib, sono stati a lungo in Turchia in sicurezza e molti di loro parlano il turco”.

Secondo la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, “chi cerca di mettere alla prova l'unità dell'Europa resterà deluso. Manterremo la linea e la nostra unità prevarrà. E' tempo per un'azione concertata e per il sangue freddo. La Turchia non è un nemico e le persone non sono mezzi per raggiungere un obiettivo. Grazie alla Grecia per essere il nostro scudo. Le preoccupazioni greche sono le nostre. Il fatto di essere qui è una chiara dichiarazione della solidarietà e del sostegno dell'Ue alla Grecia".

Secondo il presidente del Consiglio europeo Charles Michel “siamo venuti qui per esprimere un sostegno per quello che avete fatto con i vostri servizi di sicurezza, con i vostri team e il vostro governo negli ultimi giorni. Le frontiere greche sono le frontiere europee, questo è fondamentale e da ricordare".

 

 

twitter@mondogreco

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+