Stampa

Furbetti da Covid19, in Grecia 127 arresti ma 100 nuovi casi

Scritto da Raffaele de Pace on . Postato in Kosmos

La polizia greca non tollera che i cittadini sottovalutino i rischi di contagio da Covid19. E passa dalle parole ai fatti, dal momento che in Grecia si stanno registrando nuovi casi.

 

Ben 127 sono stati gli arresti effettuati dall'ELAS in quattro giorni in tutto il paese, in violazione delle misure per prevenire e limitare la diffusione del coronavirus. Uno di loro aveva tentato di aprire ugualmente il suo negozio, nonostante il divieto.

Il motivo risiede nel fatto che in Grecia si sta osservando un trend pericoloso, con da un lato una rapida penetrazione del virus e dall'altro una condotta non proprio esemplare di alcuni cittadini ellenici che, forse, vogliono emulare quei catanesi che nello scorso fine settimana hanno affollato irresponsabilmente le spiagge della cittadina siciliana.

Questa la ragione per cui il Governo di Atene si attende un boom di 5000 contagi nelle prossime due settimane e ha applicato per primo il metro di misure scelte dall'Italia, come la chiusura di tutti gli esercizi. Al fine di non piangere ulteriori vittime, alcuni virologi greci chiedono misure più stringenti. Intanto il governo ha chiuso due villaggi nei pressi della città settentrionale macedone di Kastoria, dove ci sono stati in poche ore 14 contagi e un morto.

Ad oggi in Grecia si contano complessivamente 331 casi di contagio, 4 decessi ma con 100 nuovi casi nelle ultime 48 ore, la maggior parte dei quali ad Atene. Il 57% dei ricoverati sono maschi con un'età media di 64 anni. Secondo i numeri forniti dal Ministero della Salute, l'80% dei casi ha sintomi lievi, il 15% sintomi gravi e il 5% su trova in pessime condizioni.

 

twitter@mondogreco

 

 

 

 

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+