Stampa

Fanon (Usa) contro Ankara: “Basta provocazioni nel Mediterraneo”

Scritto da Giorgio Fthia on . Postato in Kosmos

“Fermare tutte le azioni provocatorie che potrebbero minare la fiducia degli investimenti e la stabilità politica nella regione". Lo ha detto il sottosegretario di Stato americano all'energia Francis Fanon.

 L'occasione è il meeting inline su East Med, cooperazione tripartita Grecia-Cipro-Israele e le prospettive dalla Camera di commercio elleno-americana. Secondo Fanon “un memorandum non può influire sui diritti e gli obblighi di paesi terzi come la Grecia, il diritto marittimo internazionale riconosce che le isole hanno una Zee e una piattaforma continentale come qualsiasi altra regione”.

E ha aggiunto: “Non stiamo commentando azioni future che possono o non possono verificarsi, stiamo incoraggiando gli stati a fermare azioni, comportamenti e dichiarazioni provocatori. La Turchia è un paese importante e vogliamo che rimanga orientato verso l'Occidente".

Atene sta lavorando per migliorare le relazioni con i vicini, come osservato dal mibistro dell'energia Kostis Hatzidakis, ma difendendo l'integrità e l'orgoglio nazionali, “nonché gli interessi del nostro paese”. Il collega di Cipro, George Lakkotrypis, ha dichiarato che il comportamento della Turchia non è nuovo, in quanto sta tentando di perforare la Zee di Cipro, violando il diritto marittimo internazionale.

Il ministro israeliano dell'energia Yuval Steinitz ha descritto il gasdotto East Med come un progetto sostenibile e promettente che contribuirà alla sicurezza energetica dell'Europa. Non poteva mancare la chiusa dell'ambasciatore americano ad Atene, Jeoffrey Pyatt, vero Ceo di questa nuova e rinnovata alleanza euroatlantica nell'Egeo, secondo cui la Grecia emerge come “un'importante fonte di sicurezza energetica nell'Europa sud-orientale attraverso progetti come il terminal Revythousa, il gasdotto TAP, il gasdotto greco-bulgaro e l'unità galleggiante di gas naturale liquefatto ad Alexandroupolis, la nostra cooperazione con Grecia, Israele e Cipro, ha aggiunto, riunisce tre democrazie, tre paesi che godono di relazioni forti e dinamiche con gli Stati Uniti".

 

twitter@mondogreco

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+