Stampa

Non solo Francia: perché gli Emirati Arabi Uniti puntano sulla Grecia

Scritto da Raffaele de Pace on . Postato in Kosmos

C'è un nuovo player che si sta ritagliando uno spazio nel quadrante del Mediterraneo orientale tempestato dall'escalation turca sul gas: sono gli Emirati Arabi Uniti che iniziano a tessere reti diplomatiche e nuove traiettorie geopolitiche.

 

In una conversazione telefonica con il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis, lo sceicco Mohamed bin Zayed Al Nahyan, principe ereditario di Abu Dhabi e vice comandante supremo delle forze armate degli Emirati Arabi Uniti, ha esaminato le prospettive di avanzare ulteriormente le relazioni privilegiate con la Grecia. L'occasione è data dalle frizioni con la Turchia nella regione del Mediterraneo, su cui entrambi convergono nel sottolineare la necessità di raggiungere una soluzione pacifica alle controversie.

Ma hanno discusso anche dell'Accordo di pace tra Emirati Arabi Uniti e Israele che riveste un peso specifico anche per tutti i paesi a cavallo tra l'euromediterraneo e il Medio Oriente, comprese Turchia e Grecia. 

Non solo la Francia, dunque, si è schierata apertamente con Atene nella controversia avviata da Ankara, segno che la diplomazia ellenica sta cambiando rotta.

Già ai tempi del lockdown i due leader avevano avuto modi di interfacciarsi: gli Eau infatti avevano fornito assistenza medica alla Grecia contro il Covid, mentre nelle ultime settimane da Abu Dhabi sono giunti nell'Egeo i caccia F-16 per dare manforte all'Aeronautica greca contro le provocazioni turche.

 

 

 

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+