Stampa

Crisi nell'Egeo, Dipartimento di Stato preoccupato. Basterà?

Scritto da Giorgio Fthia on . Postato in Kosmos

Il Dipartimento di Stato americano si dice preoccupato per le le mosse turche sul gas nel Mediterraneo orientale. Sarà sufficiente alla de-escalation?

 

La profonda preoccupazione degli Usa per le attività di ricerca in corso della Turchia nel Mediterraneo orientale è stata espressa dal Dipartimento di Stato: "Gli Stati Uniti sono profondamente preoccupati per le operazioni in corso da parte della Turchia per esplorare le risorse naturali nelle aree in cui Grecia e Cipro rivendicano la giurisdizione nel Mediterraneo orientale". Allo stesso tempo, esprime il suo forte sostegno al dialogo tra Grecia e Turchia, incoraggiando tutte le parti a riprendere le discussioni su questi temi.

Ma dal momento che Ankara non mostra segni di pacificazione, la Grecia ha deciso di sollevare oggi dinanzi alla Nato la questione del ritiro immediato della nave Oruc Reis dall'area che Atene considera una piattaforma continentale greca.

Secondo fonti diplomatiche, Atene ha chiesto di posticipare di 24 ore il meeting greco-turco al fine di stimolare una discussione diplomatica in seno all'Alleanza atlantica, che di fatto si trova in una posizione altamente critica dal momento che un suo membro effettivo (la Turchia) dopo aver acquistato armamenti dalla Russia (S-400) sta minacciando un altro membro (la Grecia), invadendone illegalmente spazio aereo e marittimo senza che la Nato stessa abbia avuto una reazione concreta. 

 

twitter@mondogreco

 

 

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+