Stampa

Energia e geopolitica: perché gli Usa hanno messo gli occhi su Kavala

Scritto da Paolo Falliro on . Postato in Kosmos

Il Golfo di Kavala, nella Grecia settentrionale, è prepotentemente entrato nel cono di interesse degli Usa. Lo dimostra l'ulteriore visita di una delegazione americana a Prinos presso l'Underground Gas Storage.

 

Presenti il vice segretario di Stato americano all'energia Francis Fanon, e il vice segretario di stato greco incaricato della diplomazia economica Costas Frangogiannis che hanno visitato l'impianto di trasformazione degli idrocarburi Sigma. Allo studio c'è un progetto datato 2011 per la conversione del giacimento di gas naturale di South Kavala in uno stoccaggio sotterraneo di gas, su cui a breve dovrebbe essere avviato un processo di privatizzazione.

Si tratta di un'area chiave del Mediterraneo sud-orientale, alla luce della crescente importanza geopolitica. Il deposito di Kavala porterà verosimilmente a garantire una fornitura continua di gas ai consumatori anche durante i periodi di interruzione del flusso accanto al rafforzamento della posizione negoziale della Grecia. Il player interessato, Energean, è controllato per il 20% dal fondo americano Third Point.

 

twitter@mondogreco

 

 

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+