Stampa

Nuova sfida turca: la Oruc Reis sfonda le 12 miglia a Kastellorizo

Scritto da Paolo Falliro on . Postato in Kosmos

I Trattati internazionali? Per la Turchia sono carta straccia. La nave da ricerca Oruc Reis ha toccato il limite delle 12 miglia nautiche a Kastellorizo, con Ankara che resta indifferente ai richiami internazionali.

 

Da questa mattina la nave è impegnata in operazioni di ricerca lì dove non ha il diritto per farlo. Ha prima iniziato a navigare a sud-ovest per rieseguire la scansione dell'area Navtex occupata illegalmente. Secondo fonti militarivla Marina ellenica non solo controlla la Oruc Reis, ma monitora con attenzione anche le navi militari turche che la scortano.

Più in generale si sta verificando un anomalo traffico militare nell'Egeo, perché la flotta turca è data in uscita dai Dardanelli e si è diffusa nel tratto di mare compreso tra Lemnos, Tenedos e Imvros, provocando la corrispondente mobilitazione della Marina greca, le cui unità sono state collocate in posizioni chiave per monitorare da vicino l'attività turca.

L'improvvisa partenza delle navi turche dai Dardanelli è direttamente collegata ai tre navtex emessi dalla centrale di Smirne, attraverso i quali vengono bloccate zone di mare nell'Egeo settentrionale per lo svolgimento delle esercitazioni della Marina turca.

 

 

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+