Stampa

Crisi del gas, Israele alla Grecia: siamo con te

Scritto da Paolo Falliro on . Postato in Kosmos

Crisi del gas: mentre la nave da ricerca Oruc Reis continua a provocare al largo di Kastellorizo, Israele mostra seria preoccupazione per le azioni della Turchia nel Mediterraneo orientale e invia un messaggio di sostegno alla Grecia

 

Alcune azioni unilaterali della Turchia potrebbero portare a un'escalation e minacciare la fragile stabilità nella regione, ha detto Lior Haiat, portavoce del ministero degli Esteri israeliano. Per questa ragione “Israele ribadisce il suo pieno sostegno e una forte solidarietà con la Grecia nella sua area marittima e la sua opposizione a qualsiasi tentativo di violare questi diritti".

La Grecia continua a contestare l'esplorazione energetica della Turchia nel Mediterraneo orientale portata avanti da Ankara in spregio dei trattati internazionali. Erdogan ignora infatti la Convenzione di Montego Bay, oltre a tutti i richiami giunti dall'Ue. Ultimo in ordine di tempo quello del numero uno del Ppe, Manfred Weber. Inoltre Parigi ha dichiarato il suo sostegno alla Grecia oltre a ratificare l'accordo per vendere 18 caccia Dassault Rafale.

Il rapporto di amicizia tra Tel Aviv e Atene si è intensificata negli ultimi anni per poi allargarsi progressivamente a Cipro sul dossier energetico, anche grazie al lavoro di tessitura fatto dal Forum Israeliano-Ellenico, fondato da B'nai B'rith. Il nodo del contendere, come noto, è il gasdotto East Med Gas al cui Forum (EMGF), partecipano già Israele, Grecia, Cipro, Egitto, Italia, Giordania e Autorità Palestinese.

Non va dimenticato che il padre del premier greco Kyriakos Mitsotakis, l'ex premier Konstantinos Mitsotakis, nel 1990 decise di riconoscere lo stato ebraico e suo figlio poche settimane fa si è recato a Gerusalemme in visita da Benjamin Netanyahu proprio per consolidare ulteriormente una relazione strategica.

twitter@mondogreco

 

 

 

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+