Stampa

Balcani e stabilità in chiave Ue: cosa ha detto Mitsotakis al Processo di Berlino

Scritto da Paolo Falliro on . Postato in Kosmos

"La trasformazione dei Balcani occidentali in un'area di pace, stabilità, sviluppo e prosperità è importante sia per la Grecia che per l'Unione europea". Lo ha detto il premier greco intervenendo al meeting promosso dal Processo di Berlino. 

 

Secondo Kyriakos Mitsotakis, presente in teleconferenza con i leader dei paesi di tutto il costone balcanico, la Grecia proseguirà il suo sforzo nell'agenda di Salonicco nel sostenere la prospettiva europea dei paesi della regione. Al contempo ha precisato che questioni critiche, come lo stato di diritto, il rispetto dei diritti umani e delle minoranze, il rafforzamento delle istituzioni democratiche e il rispetto degli accordi internazionali, rappresentano condizioni preliminari per il processo di adesione dei paesi dei Balcani occidentali. In questo contesto, ha sottolineato che è cruciale soddisfare i criteri del processo di allargamento, comprese le relazioni di buon vicinato conformemente al diritto internazionale.

Il Processo di Berlino ha promosso per oggi, sotto l'organizzazione congiunta di Bulgaria e Macedonia del Nord, un momento di riflessione, alla presenza della cancelliera tedesca Angela Merkel, del commissario europeo all'Allargamento Oliver Varhelyi e del segretario generale del Consiglio di cooperazione regionale (Rcc), Majlinda Bregu. Come osservato recentemente dall’alto rappresentante per la politica estera comunitaria, Borrell, l’accesso all’Unione “è una prospettiva per tutti i Balcani occidentali, ma la cooperazione regionale è un obbligo vincolante”.

twitter@FDepalo

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+