Stampa

Pic nic a Varosha: nuova provocazione di Erdogan a Cipro

Scritto da Giorgio Fthia on . Postato in Kosmos

Altro che diplomazia e toni bassi, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan annuncia di voler fare domenica prossima un pic nic nella città cipriota di Varosha, disabitata dopo l'invasione turca del 1974.

 

 Uno schiaffo a Cipro e alle richieste dell'Ue di smorzare la tensione. Si tratta di una città fantasma altamente simbolica nel problema cipriota, da quando i suoi abitanti greco-ciprioti furono messi in fuga dalle truppe turche. L'annuncio provocatorio di Erdogan arriva poche settimane dopo aver sostenuto il suo alleato nazionalista a vincere l'elezione nella parte nord cipriota e dopo che i militari di Ankara hanno parzialmente riaperto la spiaggia recintata lo scorso 8 ottobre, suscitando critiche internazionali.

L'Ue ha nuovamente esortato la Turchia a rispettare le risoluzioni del Consiglio di sicurezza su Varosha, revocando immediatamente le sue recenti azioni, al fine di costruire un dialogo costruttivo, come osservato dal rappresentante della Commissione e del Servizio europeo per l'azione esterna (SEAE) Peter Stano. La questione è stata sollevata anche da segretario generale del SEAE Helga Schmidt con l'ambasciatore turco presso l'Ue.

Inoltre su Varosha l'Ue ha riaffermato nelle conclusioni del Consiglio europeo dello scorso 1 ottobre lo status della città, così come stabilito nelle risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, in particolare le risoluzioni 550 del 1984 e 789 del 1992.

 

twitter@nondogreco

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+