Stampa

L'Ue ha capito (solo ora?) chi è Erdogan. Parola di Varvitsiotis

Scritto da Raffaele de Pace on . Postato in Kosmos

"In Europa è nata un'ondata molto forte che vuole porre fine alla provocazione turca". Lo ha detto alla stampa ellenica il ministro delle politiche Ue Miltiadis Varvitsiotis, interpellato sullo stato delle cose nella crisi tra Ankara, Cipro e Atene.

 

Varvitsiotis ha messo l'accento sul fatto che sempre più voci si stanno alzando sul modo in cui si sta comportando la Turchia. “All'Europa deve essere chiaro che questo comportamento provocatorio non sarà accettato".

Ha aggiunto che la logica di calmare l'Ue nei confronti della Turchia è fallita. "L'Europa deve rendersi conto che non ha alcun interesse per una regione instabile. Ecco perché è importante che acquisisca un forte ruolo geostrategico, una propria autonomia geostrategica.” Circa le possibili sanzioni al prossimo vertice del Consiglio europeo in dicembre, ha precisato che "il governo greco è in costante negoziato, a tutti i livelli, cercando di formare la più grande alleanza possibile in Europa." 

Sul punto è intervenuto anche il Commissario Ue alla politica estera, Joseph Borrell, secondo cui fino a questo momento non ci sono messaggi positivi da parte della Turchia, come ha detto alla stampa dopo a margine della teleconferenza dei ministri degli esteri europei.

“L'Ue ribadisce la sua solidarietà a Grecia e Cipro, è importante che la Turchia comprenda che il suo comportamento aumenta la sua distanza dall'Ue. Per tornare ad un'agenda positiva, come speriamo, chiederemo un cambiamento fondamentale di tattica da parte della Turchia. Il Consiglio europeo darà indicazioni il mese prossimo, il tempo sta scadendo e ci stiamo avvicinando a un momento cruciale nelle relazioni dell'Ue con la Turchia.”

Ha infine definito molto negativi gli eventi accaduti a Varosha, nella zona cipriota occupata dai turchi, dove l'esercito ha fatto irruzione e dove pochi giorni dopo il presidente Erdogan si è recato per un pic nic provocatorio.

twitter@mondogreco

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+