Stampa

Meeting di Paphos, come cresce l'alleanza tra Cipro, Grecia, Israele e EAU

Scritto da Raffaele de Pace on . Postato in Kosmos

Come cresce l'alleanza geopolitica tra Cipro, Grecia, Israele e EAU? Il meeting di Paphos ha lo scopo di rafforzare la cooperazione tra i quattro stati alla presenza dei ministri Nikos Christodoulidis, Nikos Dendias, Gabi Ashkenazi e Anwar Gargash.

 Si tratta della prima riunione congiunta dei Ministri degli Esteri dei quattro Paesi, resa possibile dopo la recente normalizzazione dei rapporti tra Israele ed Emirati Arabi Uniti, e mira a cogliere le prospettive aperte, attraverso questo sviluppo, per un ulteriore allargamento reti di cooperazione regionale.

Nell'occasione c'è stato spazio anche (o soprattutto) per riflettere sul caso di Cipro e sulle pretese della Turchia. Ankara, ancora dopo lo scontro tra Dendias e Tsavoutoglou, ha confermato la sua posizione immutabile sulla questione di Cipro. Oggi la risposta del Presidente della Repubblica, Nikos Anastasiadis: “Sono sinceramente rattristato dal suo comportamento e atteggiamento, che non è senza precedenti. Il mancato raggiungimento di una soluzione non è stato dovuto alla mancanza di volontà da parte della comunità greco-cipriota, ma a causa dell'intransigenza turca.

Il nostro scopo è impedire queste posizioni inaccettabili espresse dal Presidente o dal ministro degli Esteri turco o dal leader della comunità turco-cipriota. Il nostro scopo è trovare una soluzione entro i parametri dell'ONU, cercando di trovare una soluzione che trasformi la Repubblica di Cipro in uno Stato federale bicomunitario, ma soprattutto funzionale, che non diventerà un protettorato di Ankara, e che garantirà i suoi diritti di tutti Cittadini ciprioti, sia greco-ciprioti che turco-ciprioti.”

twitter@mondogreco

 

 

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+