Stampa

Premio Ahepa, la promessa di Mitsotakis: la Grecia difenderà la sua sovranità

Scritto da Raffaele de Pace on . Postato in Kosmos

La Grecia difenderà la sua sovranità. Lo ha detto il premier Kyriakos Mitsotakis ricevendo il premio Socrates da Ahepa, la più grande e antica associazione di cittadini americani di origine greca e filellenici con più di 400 capitoli negli Stati Uniti, in Canada e in Europa. Il premio è stato consegnato dal presidente mondiale di AHEPA, George Horiates, alla presenza del consulente editoriale del quotidiano Ethnikos Kiryx di New York ed ex viceministro degli Esteri Antonis Diamataris.

Lo stesso premio è stato consegnato anche al Presidente della Repubblica di Cipro Nikos Anastasiadis. L'occasione è stata la manifestazione promossa ad Atene per il 200° anniversario della Rivoluzione greca del 1821, in cui il Primo Ministro ha fatto particolare riferimento alle relazioni Usa-Grecia e alla cooperazione strategica che si rafforza costantemente. Ha ribadito l'impegno di Atene a risolvere i suoi problemi in conformità con il diritto internazionale. Ha anche sottolineato il suo impegno per continuare a sostenere e contribuire al massimo alla riunificazione di Cipro. Il Primo Ministro ha anche sollevato la questione del voto per i greci all'estero, osservando che, nonostante le restrizioni, è stato compiuto il primo passo per correggere un'ingiustizia.

“Ho avuto il privilegio di trascorrere sette anni a studiare negli Stati Uniti – ha detto il premier ricevendo il premrtio Ahepa - Ho legami molto forti con la comunità greco-americana. Vorrei congratularmi con l'organizzazione AHEPA per tutti i suoi risultati e per il fatto che è sempre stata presente sia nei momenti belli che in quelli difficili. L'AHEPA è sempre presente nelle lotte eque dell'ellenismo. Sappiamo di poter contare su di te e tu sai che puoi contare su di noi. E quando sono diventato Primo Ministro, ho avuto l'opportunità di riparare a una palese ingiustizia dello stato greco per molti, molti decenni”.

@mondogreco

 

 

Comments: