Stampa

Migranti, Grecia lazzaretto d'Europa, ma chi paga? De Palo a Radio 3

Scritto da Redazione on . Postato in Kosmos

 “Ferma restando la condanna di violenze e attacchi personali di varia natura, credo sia utile certificare il completo fallimento dello stato e del governo sul tema migranti che sta provocando risentimenti tra la popolazione greca che, ricordiamolo è accogliente e amabile, ma oggi anche esasperata e non razzista”

.Così il direttore di Mondogreco Francesco De Palo intervistato questa mattina nel corso della trasmissione Radio 3 Mondo dedicata al caos migranti nelle isole dell'Egeo orientale. Secondo De Palo quelle isole sono “state di fatto trasformate nel lazzaretto d'Europa, Bruxelles lo ha deciso e Atene lo ha eseguito senza battere ciglio. L'accordo Ue Turchia è fallito già prima di nascere con un dittatore che estorce denaro agli stati membri sotto la minaccia dell'invasione di migrati, non solo siriani, intendiamoci”.

E aggiuge: “A Chios gli agricoltori non possono più entrare nelle loro proprietà perché i migranti stanno devastando colture e raccolti. Hanno lanciato un appello su una tv locale, perché i media nazionali sono orientati da Tsipras all'accoglienza senza se e senza ma. A Samos oggi c'è stata manifestazione di piazza contro il governo che non chiarisce la situazione creatasi attorno alle numerose ong che operano sul territorio. Il sindaco di Samos che oggi incontrerò a Roma in Ambasciata di Grecia lamenta che in 12 mesi sono passati più di 150.000 rifugiati e immigrati. Nonostante il rifiuto del comune il governo ha imposto che fossero ospitati in un luogo pubblico, a poche centinaia di metri dal centro della città, dove ci sono attualmente 2.500 persone. Il rapporto è fra 6.000 residenti e 2.500 profughi”.

 

Cliccare qui per il trasmissione integrale.

Comments:

Articoli simili

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+