Stampa

Tsipras promette più posti di lavoro: “Assumeremo nel pubblico impiego”

Scritto da Paolo Falliro on . Postato in Politikì

Chissà se la troika lo sa. Il premier Alexis Tsipras si fa sovranista: promette più assunzioni nel pubblico e reclama la sovranità nazionale ellenica. Prima ha annunciato di voler assumere più dipendenti pubblici. Ha insistito che i dipendenti pubblici greci sono inferiori rispetto al numero dei dipendenti pubblici nei paesi OCSE.

L'occasione è il meeting sulla "Strategia nazionale per la riforma della pubblica amministrazione 2017-2019", da dove ha attaccato l'opposizione promettendo nuovi posti di lavoro.

 

Saranno assunti attraverso i concorsi banditi dall'Asep entro la metà del 2018, data in cui tra l'altro dovrebbero tenersi le prossime elezioni politiche, a meno di una crisi di governo improvvisa. Secondo il premier, dopo aver effettuato tagli in vari settori come nei settori di Salute, Istruzione, amministrazioni locali e modifiche alla Costituzione, l'obiettivo del suo esecutivo sarà quello di "recuperare la nostra sovranità”.

Ovvero costruire “una Grecia in grado di garantire la prosperità e la giustizia sociale”. In tale contesto è inclusa la riforma della giustizia amministrativa.

Attacca poi l'opposizione di Nea Dimokratia, dicendo che “il culmine di questo populismo neoliberista è stato la riforma di Mitsotakis che ha individuato esuberi e movimenti violenti”.

L'evento si è tenuto presso il Museo Benaki, e l'intervento del premier è stato preceduto da quello del Ministro per la riforma amministrativa, Olga Gerovasili. Inoltre ha annunciato la creazione di ulteriori incentivi per il ritorno in patria dei giovani scienziati, ma senza indicare dove troverà le coperture.

 

 

 

Comments:

Articoli simili

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+