Stampa

Che cosa c'è scritto nel programma Life di Zoì Kostantopoulou (che ha pure l'endorsement di Melenchon)

Scritto da Leone Protomastro on . Postato in Politikì

Sinistra-sinistra e non sinistra syrizea che fa il gioco della troika. E'la vulgata che vien fuori dal discorso pronunciato dall'ex speaker della Camera, Zoì Kostantopoulou, a capo della nuova formazione di sinistra che si presenterà alle urne in antitesi a Syriza. Spulciandone programma, progetti e slogan ascoltati dalle parole della pasionaria ex syrizea, tra le prime a rompere con il leader, si compone un quadro con alcune novità e spunti cu cui riflettere.

 

 

Prima proposta: il premier sarà anche Ministro della Giustizia, alcuni gruppi di cittadini sostituiranno i MAT (le teste di cuoio greche) e una sterzata ai media, considerati la vera anima nera della politica ellenica.

Konstantopoulou nel suo discorso, giunto in occasione del meeting politico esteso alle sinistre, ai gruppi extraparlamentari e al mondo delle associazioni, ha messo l'accento sulla necessità di una partecipazione dei cittadini in tutti i livelli della vita pubblica e ha anche annunciato la sua cooperazione con il partito di Jean-Luc Mélenchon, "France ribelle."

Più in particolare, con riferimento alla giustizia ha detto che i cittadini del paese a tutti i livelli saranno coinvolti nei processi e nei procedimenti giudiziari che hanno conizionato la vita politica della Grecia, anche e soprattutto negli ultimi anni di crisi economica.

Altro colpo sparato in direzione dei media: “Chiuderemo tutti i mezzi di propaganda e che curano solo gli interessi di parte, vecchi e nuovi” annuncia, mentre ci saranno incentivi per le imprese civiche che vorranno fare informazione. Inoltre lavorerà per una vera e propria informazione pubblica, “non ERT diventata una vergogna per cui in passato ci siamo anche battuti ".

Ha anche parlato di sequestrare i beni a quei banchieri e quei politici che hanno contribuito a fare arrivare la Grecia tra le braccia della troika e del memorandum, mentre propone di cancellare i debiti alle famiglie.

Jean-Luc Mélenchon nel suo discorso ha annunciato la preparazione di un forum per presentare un piano B per l'Europa. Per il debito, il presidente di France ribelle ha sottolineato che urge una conferenza europea che coinvolga tutti gli Stati membri “per risolvere il debito prima che sia troppo tardi. “È la BCE, che deve comprare tutti i titoli, tutte le obbligazioni, tutto il debito pubblico dei paesi dell'UE” ha osservato.

 

twitter@mondogreco

Comments:

Articoli simili

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+