Stampa

Terrorismo, ecco chi ha inviato i pacchi-bomba da Atene: arrestato 29enne

Scritto da Paolo Falliro on . Postato in Politikì

E'stato arrestato ad Atene un 29enne cittadino greco che secondo i pm è responsabile dei due pacchi bomba inviati dalla Grecia all'ufficio di Schaeuble in Germania e alla sede parigina del Fmi. Lo stesso tipo di pacco poi è esploso nelle mani dell'ex premier Papademos lo scorso 25 maggio rimasto ferito nella sua auto ad Atene.

 

In un appartamento ateniese ad Acharnon, che il 29enne aveva affittato sotto falsa identità, sono stati trovati fili, detonatori, timer ed altro materiale utile a confezionare gli ordigni.

Fermato anche un suo ipotetico fiancheggiatore che frequentava la sua casa come base logistica dei terroristi legati al gruppo anarchico ellenico.

Aveva con sé tre borsoni da viaggio, contenenti otto documenti falsi, due pistole 9 mm e 300 cartucce, una ciotola di plastica con un timer esplosivo, un contenitore con una quantità ignota di polvere da sparo, oltre a detonatori, cavi, stoppini, batterie e pc.

Il 29enne fino a due anni fa, secondo i pm, ha avuto contatti frequenti con il gruppo detto della “cospirazione fuoco nucleare” che ha anche visitato più volte in carcere. Poi negli ultimi due anni è scomparso ma visto il materiale rinvenutogli era solo dormiente, anche se non si esclude una pista più pericolosa: dati i suoi dissapori con i capi storici del nucleo, tra cui Nikos Maziotis che lo scorso anno ha tentato la fuga in elicottero dalla prigione ateniese di Korydallos, pare che il fallimento di quel piano lo ha portato in conflitto con i vertici.

E quindi con la possibilità che si metta a capo di una nuova microcellula di terroristi in stile cani sciolti che mandano buste-bomba in giro per l'Europa.

 

twitter@mondogreco

 

 

 

 

Comments:

Articoli simili

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+