Stampa

Le piazze greche tornano a infiammarsi: scioperi, malasanità, altre armi acquistate

Scritto da Redazione on . Postato in Politikì

Si infiammano le piazze di Atene, con da un lato l'aggressione da parte di militanti di Alba dorata al legale dei migranti e dall'altro la protesta degli studenti che chiedono al governo Tsipras di comprare meno caccia militari e più libri.

 

Dateci il denaro degli F16 per i libri gridano i ragazzi, incappucciati con maschere di Trump e politici greci che fanno la fila per accendergli un cubano. L'ironia non manca ai greci, neanche in questi anni difficili.

Tsipras sta smentendo un'altra promessa: quella di diminuire i soldi investiti sulle armi. E sta per concludere un acquisto di armamenti per circa 1,5 miliardi di dollari.

Nelle stesse ore un altro nome eccellente greco finisce nei Paradise Papers: è Maleva Mitsotakis, moglie dell'attuale leader dei Conservatori di Nea Dimokratia, legata ad una vecchia conoscenza della Lista Lagarde: il faccendiere Stavros Papastravros che sbrigava le faccende ai Caraibi per conto dell'ex premier Samaras. Era in società con la donna oltre ad essere stato presente nella Lista che provocò l'arresto del giornalista Kostas Vaxevanis.

 

twitter@mondogreco

Comments:

Articoli simili

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+