Stampa

Militari arrestati in Turchia, a Lamia li festeggiano così

Scritto da Giorgio Fthia on . Postato in Politikì

Un tavolo apparecchiato per due al centro della camerata, con uova rosse e tutto l'occorrente per celebrare la Pasqua. Così nella caserma militare di Lamia hanno voluto dedicare il pranzo della Resurrezione ai due militari greci ancora agli arresti in Turchia.

 

 

I militari, visitati ieri dalle rispettive famiglie, sono al centro di uno scontro durissimo fra Atene e Ankara con l'intervento (tardivo) di Bruxelles che non sembra aver sortito alcun effetto, nonostante in questo caso un paese membro della Nato sta detenendo da 40 giorni due militari di un altro stato membro senza appigli giuridici. Tra l'altro l'accusa ai due non sarebbe stata ancora formalizzata ai legali. Per cui non vi è certezza di nulla in questa assurda vicenda. 

Pr cui, quello del tavolo a Lamia è un gesto dall'alto valore simbolico che racconta più di mille comunicati o promesse. Dice che il corpo dell'esercito si è voluto stringere attorno alle famiglie di Dimitri Kouklatzi e Angelos Mitretodis proprio nel giorno più importante dell'anno in Grecia: la Pasqua.

 

twitter@mondogreco

 

Comments: