Stampa

Grecia, aumentano i morti e il premier fa mea culpa (ma nessuno si dimette)

Scritto da Paolo Falliro on . Postato in Politikì

Grecia, aumentano i morti: sono 87 (un 62enne è spirato oggi) e i feriti ricoverati 48, di cui 10 in terapia intensiva. Il caso si fa politico: dal momento che il pm inquirente indagherà gli amministratori (presumibilmente governatore dell'Attica e ministro interno) nessuno fa la mossa di dimettersi.

 

Toskas, vice della protezione civile, ha detto di averle presentate ma poi Tsipras le avrebbe respinte. In realtà non mollano perché così non avrebbero l'immunità.

Da martedi scorso Tsipras non fa apparizioni pubbliche: Syriza scende sotto il 15% e i conservatori di Nea Dimokratia (affiliati al Ppe) sfondano il 24%. Oggi ha convocato la stampa per fare il punto: “Mi assumo la responsabilità politica dei fatti”, ha detto. Ma anche la Reuters lo attacca.

Il sindaco di Rafina denuncia: nessuno dal ministero ci ha comunicato l'ordine di evacuazione, che di solito per molto meno è prassi e si fa con un semplice sms. Il principale sindacato ospedaliero denuncia che il ministero della difesa ha aspettato 6 ore per inviare le prime barche di soccorsi.

 

twitter@mondogreco

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+