Stampa

“Non sono uomo di Soros”. Si dimette il ministro degli esteri Kotzias

Scritto da Giorgio Fthia on . Postato in Politikì

Crisi di governo in Grecia? Si è dimesso il ministro degli esteri Nikos Kotzias, pressato da più fronti soprattutto da quello di Anel, partner nell'esecutivo di Syriza, anche per la gestione del caso Macedonia.

 

L'ultima goccia che ha fatto traboccare il vaso sarebbe stato il consiglio dei ministri di ieri in occasione del quale sarebbe stato nuovamente attaccato dal ministro della difesa Panos Kammenos. Kotzias da tempo sembra che minacciasse Tsiras di uscire dal governo e ieri lo ha fatto: a suo dire, secondo fonti diplomatiche, il premier non lo avrebbe difeso a dovere.

Kammenos lo avrebbe accusato più volte di essere “uomo di Soros”, di qui la decisione. Sul tavolo del governo c'era la possibilità di consentire al Parlamento di approvare una legge, che avrà il potere di controllare i cosiddetti "fondi segreti" di tutti i ministeri.

Fino ad oggi il Parlamento ha approvato i "fondi segreti" del solo il Ministero degli Esteri ai sensi della legge promossa da Kotzias e approvata all'inizio del 2017. Qualcun'altro invece fa dipendere il passo indietro dallo scarso appeal di Syriza nei sondaggi che potrebbero pregiudicargli la vittoria all elezioni del 2019.

twitter@mondogreco

 

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+