Stampa

Atene, le proteste non fermano il parlamento: sì al nome Macedonia per Skopje

Scritto da Raffaele de Pace on . Postato in Politikì

Mentre in piazza Syntagma andava in scena la protesta dei cittadini, con scontri e lacrimogeni, il parlamento greco dopo una plenaria record di 38 ore diceva sì all'accordo sul cambio di nome della Macedonia. In questo modo Tsipras fa un assist a Nato e Ue per sottrarre Skopje dalla possibile influenza russa.

 

Hanno votato per la ratifica dell'accordo di Prespa non solo i 145 deputati di Syriza ma anche altri dell'opposizione: Thanassis Theocharopoulos, Spyros Lykoudis, Elena Kountouras, Thanasis Papachristopoulos, George Mavrotàs, Spyros Danellis, il Katerina Papakosta e Stavros Theodorakis.

Tensione in Aula quando il deputato di Alba dorata Konstantinos Barbarousis si è alzato e ha detto “no al tradimento". Il suo voto è stato considerato nullo, ha detto lo speaker della Camera, scatenando voci e insulti dai banchi.

 

twitter@mondogreco

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+