Stampa

La vecchia politica greca purificata nel battistero di Tsipras

Scritto da Nikos Zoitis on . Postato in Politikì

Tsipras è il classico paradigma di trasformismo politico. Aveva cavalcato in gioventù il carro della gioventù comunista, in seguito quello dell'eurocomunismo e dal 2012 ha incassato la sfiducia della popolazione nei confronti dei due grandi partiti. 

 

Nel suo partito è confluito il 70 % del Pasok e ha governato insieme l'ala di destra della Nd. Dopo aver assorbito un ulteriore frazione del Pasok, mira di diventare un nuovo Andreas Papandreou. Importante il potere e scaricare la zavorra sinistroide. Ha governato secondo le regole dettate da Bruxelles ed ha applicato la classica politica clientelare verso i ceti deboli con dei bonus.

Con l'introduzione della proporzionale semplice pensava ad un modello italiano, da anni 70. Mitsotakis è sicuramente espressione di nepotismo famigliare nella tradizione politica dei conservatori D’altronde anche il Syriza-Pasok ha pensato di far eleggere dei parenti nella pubblica amministrazione. La vera sinistra è pura metafisica.

Agli amici italiani voglio far sapere che se è vero che Nd e Pasok hanno provocato il disastro economico della Grecia, come usano dire quelli del Syriza-Anel, non ci deve sfuggire che il 96% dei suoi quadri sono di provenienza Pasok e di Destra. Insomma si sono purificati nel battistero di Tsipras.

Ma anche quelli autentici di Syriza prima della crisi occupavano posti di élite nelle università e nei sindacati che venivano gestiti con senso corporativo a scapito degli interessi del paese, pur essendo a conoscenza delle future ripercussioni.

Ultimo esempio è la riforma con criteri clientelari della pubblica istruzione e il disastro della Enel greca, Dei. La società più florida in Grecia è in procinto di fallimento e chiaramente prenderà la via della privatizzazione. Non ha vinto dunque la vituperata destra, ma è la sinistra con i suoi ideologismi e arroganza ad aver spinto la gente, a destra. Come sempre.

(Nikos Tzoitis è analista del Patriarcato ecumenico di Costantinopoli ed è stato portavoce del Patriarca Bartolomeo)

 

twitter@mondogreco

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+