Stampa

Mascherine, contagi e scuole: il punto sulla situazione in Grecia

Scritto da Raffaele de Pace on . Postato in Politikì

In Grecia, che ha “solo” 500 contagi al giorno, è stato avviato un dibattito sulle mascherine per contrastare le varianti: chirurgiche, FFP2 o di tessuto? La Germania questa settimana ha reso obbligatorio per le persone sui mezzi pubblici o nei supermercati indossare le FFP2, anche Biden negli Usa è intervenuto con un decreto ad hoc.

 

 Il primo ministro della Baviera Soder ha detto che la decisione di utilizzare maschere mediche è stata "molto semplice, se il virus diventa più pericoloso, la maschera deve essere migliorata".

Secondo il presidente dell'Associazione medica di Atene, Athanasios Exadaktylos, intervistato da una tv ellenica, nella fase in cui ci troviamo finora, il tessuto è sufficiente. “Ma se scopriremo che a causa della mutazione ci sarà bisogno di cambiare, verrà fatto”. Il fatto che nel paese si stia discutendo del tema mascherine la dice lunga su come sia stato impostato il ragionamento complessivo sui dispositivi di sicurezza. 

In virtù dei casi in diminuzione il governo, sentito il Comitato delle malattie infettive, ha deciso di far riprendere l'attività delle scuole secondarie da lunedì 1febbraio 2021. Solo nelle zone rosse della Grecia la didattica proseguirà a distanza. Inoltre all'interno della piattaforma edu.testing.gov.gr, insegnanti e studenti possono ora richiedere un test gratuito per il coronavirus. Si tratta di una misura "di natura puramente preventiva" rispetto al quadro epidemiologico nelle scuole, ha detto il ministro dell'Istruzione Niki Kerameos.

"Vorrei ringraziare vivamente gli insegnanti della scuola primaria che hanno risposto a questa opportunità – ha osservato - e chiediamo agli insegnanti della scuola secondaria, così come agli studenti di età superiore ai 16 anni, di approfittare di questa opportunità per un esame gratuito".

twitter@mondogreco

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+