Stampa

Caso Apostolakis, Oikonomou: Syriza colpisce al cuore politica e istituzioni

Scritto da Giorgio Fthia on . Postato in Politikì

“Non è stata una buona giornata, senza dubbio. E'stata una giornata apocalittica, rivelatrice del modo in cui Syriza percepisce la politica”. Così lo speaker del governo Giannis Oikonomou commenta la marcia indietro del generale Apostolakis, che prima ha accettato la nomina super partes a ministro della Protezione Civile per poi cambiare idea pochi minuti dopo.

 Secondo Oikonomou l'opposizione colpisce al cuore la sua politica e le sue istituzioni: "Una delle conclusioni emerse dalla gestione degli incendi, ma anche dall'acutezza del dibattito in Parlamento è che la Protezione Civile tra l'altro aveva bisogno di una persona con qualifiche ed esperienza per non essere trattato con sospetto dalle forze politiche. Lo stesso Alexis Tsipras aveva detto che non tutti i governi dovrebbero venire e mettere il proprio naso nella Protezione Civile”.

Per questa ragione, ha aggiunto, il premier ha scelto Apostolakis perché, tra l'altro, aveva le seguenti caratteristiche: era una personalità che non veniva da Nuova Democrazia, era un uomo che aveva ricoperto alti incarichi di responsabilità, in ogni caso era un uomo la cui posizione assicurava a tolleranza dell'opposizione. “È stata una scelta unificante del signor Mitsotakis”.

Il premier ieri ha deciso per un mini rimpasto di governo e per il ruolo di vertice della Protezione Civile, alla luce dell'emergenza incendi, aveva pensato ad una nomina di un tecnico apartitico, come il generale Apostolakis. 

 

 

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+