Stampa

Migranti, Tsipras: "Accordi validi solo se c'è condivisione degli oneri"

Scritto da Redazione on . Postato in Politikì

Il piano europeo di gestione dei migranti è debole. Così il premier greco Alexis Tsipras intervenendo in Aula. Ha detto che chiederà un incontro con i vertici europei prima del vertice straordinario UE - Turchia del prossimo 7 marzo, in modo da avere il massimo consenso possibile su un tema così cruciale. Ha aggiunto che la Grecia richiederà una decisione sulla obbligatoria partecipazione proporzionale nel reinsediamento dei rifugiati provenienti da tutti i paesi dell'UE. E ha sottolineato che "alcune persone non capiscono che i nostri accordi e le regole comuni, o vengono rispettate da tutti, o non ci saranno più né regole e né accordi."
 
Ha definito inaccettabile la decisione adottata dal versante austriaco. Il primo ministro ha sottolineato che la Grecia può richiedere solo ai suoi partner a comportarsi in modo responsabile. "Dobbiamo esigere di implementare ciò che è stato concordato", per cui tutti devono rispettare le regole. "La Grecia non ha intenzione di acconsentire ad accordi se non ci sarà condivisione degli oneri". 
 
Ma oggi sul fronte migranti è stata una giornata drammatica. Nella Grecia centrale, sulla statale Lamia-Domokos, una carovana di 500 immigrati si è incamminata a piedi per le strade greche, diretti in Fyrom. I migranti hanno deciso di scendere dagli autobus e di avviarsi a piedi (450 km) per raggiungere il confine a nord verso Fyrom che però al momento è ancora chiuso. E ministro Esteri croato Kovac, annuncia che Zagabria non diventerà "hotspot" Ue per rifugiati.

 

 

 

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+