Stampa

Privatizzazioni, pasticcio Pireo: che succede tra Tsipras e Cosco?

Scritto da Paolo Falliro on . Postato in Politikì

I cinesi di Cosco, la maggiore realtà containers del pianeta che ha appena privatizzato il porto greco del Pireo, hanno scoperto che il ddl del governo Tsipras è stato cambiato sette volte rispetto a quello concordato prima del voto in aula. E ora rischia di mandare all'aria l'unico affare concreto e portatore di sviluppo per la Grecia e il Mediterraneo.
 
La Cosco acquisendo Pireo punta a scaricare nel Mediterraneo (e non più a Rotterdam) migliaia di containers, risparmiando tempo e soldi. Ma ha scoperto tre settimane fa che i dettagli del contratto sono diversi: così ha scritto una lettera a governo ellenico e fondo per le privatizzazioni, accusando pesantemente l'esecutivo. 
 
Il premier vola di urgenza a Pechino proprio per non perdere l'unica possibilità di sviluppo per l'area marittima del suo paese. E perché no anche del mare nostrum: infatti i containers che giungeranno al Pireo (se l'accordo proseguirà) poi dovranno essere smistati in due direzioni: Italia per il centro Europa e la parte occidentale; e Balcani per l'altra rotta nord-est con possibilità di lavoro concreto anche per vettori degli altri paesi euromediterranei.

 

 

 

Comments:

Articoli simili

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+