Stampa

Perché Eurasia Group boccia la politica economica del governo e scommette su...

Scritto da Paolo Falliro on . Postato in Politikì

“Ricominciare daccapo” il titolo di un report curato dall'Eurasia Group che analizza il trend del governo Tsipras dinanzi alle nuove contrattazioni con i creditori internazionali della troika. L'analisi parte dal presupposto che l'esecutivo non legge correttamente le intenzioni della troika e non tiene debitamente in conto del clima politico che si presenterà in occasione del prossimo Eurogruppo di Bratislava del 9 settembre.

 

Per cui individua un nuovo punto di attrito nel rapporto del governo con Bruxelles e il Fondo monetario internazionale per il primo trimestre del 2017 quando occorrerà raccogliere i frutti dell'applicazione del memorandum siglato da Tsipras nell'agosto del 2015 alla vigilia delle ultime elezioni elleniche.

Al momento il governo greco ha realizzato solo due dei 15 presupposti richiesti dalla troika al fine di proseguire nell'ottenimento delle tranche di aiuti. A ciò va sommata la pessima performance attuate in occasione delle discussioni sulla ristrutturazione del debito, passaggio ancora in alto mare.

Per cui Eurasia Group osserva che Syriza non stia rispettando il programma concordato e la definisce "politicamente ingenua". Infine il report mette l'accento sul fatto che l'accusa di Andrew George (sui dati forniti dall'Elstas) abbia avuto l'effetto di peggiorare i rapporti tra Atene e Bruxelles e stima che Kyriakos Mitsotakis, leader dei conservatori di ND, "sarà probabilmente il prossimo primo ministro" della Grecia nel 2017.  

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+