Stampa

Grecia, 3 giorni di scioperi contro le nuove misure di austerità che il Parlamento voterà il 18 maggio

Scritto da Raffaele de Pace on . Postato in Politikì

Di nuovo in piazza, lavoratori pubblici, privati, pensionati e studenti per protestare contro le nuove misure di austerità concordate dal governo greco con la troika, che il Parlamento di Atene sarà chiamato a votare il 18 maggio. Ecco in dettaglio quali e quanti cortei ci saranno.

 

Martedì 16 si inizia con il trasporto pubblico, con autobus Oasa fermi, mentre mercoledì 17 ci sarà lo sciopero generale promosso dalle due maggiori sigle sindacali Gsee e Adedy. Il corteo si radunerà alle ore 11 in piazza Klafthmonos per raggiungere come di consueto piazza Syntagma. Il Pame invece si muoverà da piazza Kotzia.

Durante lo sciopero generale saranno assicurati i servizi medici emergenziali grazie all'accordo con la Federazione dei Medici ospedalieri (OENGE) e la Federazione panellenica dei lavoratori negli ospedali pubblici (POEDIN). Le mobilitazioni culminano giovedi 18 maggio nel giorno del voto parlamentare: i sindacati hanno dato appuntamento alle ore 18.30 a Syntagma, mentre un altro corteo partirà da piazza Omonia.

Martedì sciopereranno anche i treni dalle 9,30 alle 16,30. Mercoledì autobus e metropolitana dalle 9 alle 21. Per quattro ore (dalle 11 alle 15) si asterranno dal lavoro i controllori del traffico aereo. Disagi anche per chi viaggia in nave: lavoratori fermi dalle 12 di martedì 16 fino alla mezzanotte di mercoledì 17 maggio.

 In una nota il Gsee accusa il governo di aver avallato “conseguenze devastanti per tutta la società greca, grazie al terzo memorandum e ora si prepara a votare un quarto minacciando i lavoratori”.

 

twitter@mondogreco

Comments:

Articoli simili

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+